VOSSLOH SCHWABE

L’AZIENDA

Vossloh, filiale italiana di produzione e commercializzazione dell’omonimo gruppo tedesco, leader nel mondo nella produzione e vendita di componenti per illuminotecnica.
L’anno è il 1961: la Vossloh, con a capo Diethelm Bomnüter, tedesco di Dusseldorf, decise di aprire a Sarsina uno stabilimento che diede subito lavoro a 280 persone. Dopo 53 anni Vossloh- Schwabe rimane la principale azienda del sarsinate con 110 dipendenti fra operai, impiegati e ingegneri.
Nel 2002 il primo snodo cruciale: entra a far parte della divisione Lighting del gruppo giapponese Panasonic. “Da società multinazionale europea – continua l’ad di Vossloh – siamo entrati in una realtà industriale globale” spiega il cesenate Carlo Comandini, amministratore delegato dell’azienda
Oggi tutti i processi sono automatizzati. “Cerchiamo di sviluppare – aggiunge Comandini – anche soluzioni per la clientela, da componenti a prodotti più complessi. Un’altra sfida è quella di espanderci il più possibile in tutti i mercati pur mantenendo investimenti in Italia”.
Come molte altre realtà che hanno cercato di adattare nel tempo l’infrastruttura di rete e il Data Center, Vossloh ha sentito la forte necessità di avviare un progetto di innovazione dell’intera architettura, con l’obiettivo di dotarsi di una piattaforma in grado di supportare la crescita dell’azienda.
Oggi Vossloh-Schwabe ha 25 sedi commerciali e 8 sedi produttive. Tutti gli stabilimenti produttivi (Germania, Francia, Italia e Serbia) così come tutte le filiali di vendita (Europa, America, Asia, Africa e Australia) sono certificati Dqs secondo la norma Din En Iso 9001. Il tutto con un occhio di riguardo all’etica sociale e all’ambiente.

GLI OBIETTIVI

Il nostro obiettivo principale era quindi quello di implementare una rete performante ed in alta affidabilità per servire le sale server della sede principale e di estendere poi il rinnovamento anche ai nodi periferici.
Dopo diversi anni di distanza dalla prima infrastruttura di rete si è manifestata in modo netto la necessità di un passo in avanti tecnologico.


L’azienda negli anni è cresciuta notevolmente e aveva bisogno di ben altro tipo di prestazioni. Occorreva infatti poter garantire un dimensionamento in termini di capacità e affidabilità dell’intero sistema tale da assicurare prestazioni adeguate a supporto dell’operatività aziendale. La rete di Vossloh, progettata diversi anni fa, iniziava ad accusare problemi di obsolescenza per alcune tecnologie che, nel frattempo, si erano sviluppate e non potevano essere supportate in modo adeguato.
L’allestimento e l’ampliamento di una nuova rete cablata e wireless all’altezza doveva quindi tener conto anche di questi fattori per consentire la messa a punto di un’architettura adatta a crescere con l’azienda e rispondere alle esigenze non solo dell’immediato, ma anche del futuro.

LA SOLUZIONE

Grazie alla consulenza di Dafnet sistemi, la Vossloh Italia ha scelto una soluzione completa di apparati per una infrastruttura che prevede la convergenza delle componenti Local Area Network (LAN) e Wireless WIFI attraverso le tecnologia Networking di Hp e Aerohive, apparati che tramite un’architettura innovativa sono grado di semplificare la gestione e il consolidamento degli ambienti prima separati in un’unica infrastruttura, ora convergenti in un unico sistema ridondato.
Durante la prima fase, forse la più impegnativa, sono stati sostituiti tutti gli apparati di rete rivendendo sia il cablaggio di dorsale che periferico, inserendo anche per ogni reparto produttivo dei sotto quadri aumentando così le aree di lavoro e garantendo una adeguata espansione futura.

Alla base di questa infrastruttura è stato posizionato uno Switch Core di Hp ridondato, aumentando così l’efficienza operativa e fornendo capacità trasmissiva senza interruzioni. Il progetto ha compreso anche l’espansione di tutte le aree produttive e lavorative, aumentando il numero di postazioni di lavoro disponibili e garantendo un adeguata espansione futura.
Il processo è avvenuto inserendo 8 sotto quadri di rete collegati con Trunk a 2Gbit ridondati fino al quadro centro-stalla.
A completare il quadro, Vossloh ha provveduto a estendere la rete nelle aree dedicate ala produzione e movimentazione prodotti, con la componente wireless che consente la gestione informatizzata del magazzino. Sono stati posizionati 25 Access Point in totale per avere connettività sia nel magazzino di Cesena che nelle aree indoor outdoor della sede principale di Sarsina, dove si svolge una fase importante della filiera produttiva.
Gli operatori sono dotati di dispositivi di lettura barcode e RFiD, che attraverso la rete wi-fi inviano i dati in tempo reale al sistema gestionale centralizzato. Ma non è tutto, anche gli uffici e laboratori, ovunque è necessaria movimentazione di prodotti, sono raggiunti da copertura di rete.

Vossloh potrà così garantire connettività a dispositivi portatili senza alcuna configurazione e in totale sicurezza.
E’ stata colta anche l’occasione per e monitorare l’intero network avvalendosi dei servizi di network management PULSE di Dafnet in modalità service.

I RISULTATI

Siamo passati da un’architettura che, pur non avendo mai causato problemi alla produttività, aveva raggiunto limiti non più sopportabili da un punto di vista funzionale, ad apparati ridondati a garanzia di una maggior stabilità e robustezza della rete.
Oltre a soddisfare l’esigenza di affidabilità, il consolidamento dell’infrastruttura di rete e’ stata operata una vera e propria trasformazione grazie alla quale, ora sarà possibile accedere a futuri trend tecnologici.
Le elevate prestazioni della nuova infrastruttura danno tutti gli strumenti per cogliere le sfide del futuro.

RICHIEDI UN ASSESSMENT DELLA TUA INFRASTRUTTURA IT